Castagne: proprietà e consigli per il consumo

Sui banchi del supermercato le castagne sono presenti solo per un periodo limitato, che in genere va da adesso fino alla fine di novembre. In commercio si trovano due varietà diverse sia per dimensioni che per prezzo: i marroni, più grandi e dolci, e le classiche castagne. Queste ultime sono il frutto degli alberi selvatici, mentre i marroni si ottengono da piante coltivate e modificate con degli innesti.

A quanto corrisponde una porzione?

Una porzione da 100 g di castagne corrisponde a circa 10 frutti, apporta 193 kcal e ha la seguente ripartizione di nutrienti:

  • 42 g di carboidrati;
  • 2 g di proteine;
  • 2 g di grassi;
  • 4.7 g di fibre.

Cosa rende le castagne salutari?

Sicuramente l’apporto di fibra, che le rende abbastanza sazianti. Le castagne sono inoltre fonte di potassio fosforo, zolfo, ferro, magnesio, ferro, vitamina C e vitamine del gruppo B. La cottura trasforma il loro amido in zucchero semplice: questo assicura anche il gusto dolce, ma le rende poco adatte a chi soffre di diabete.

Ma le castagne contano come frutta?

100g di castagne contengono indicativamente la stessa quantità di calorie e macronutrienti di circa mezza porzione di pasta. Ecco quindi che se vogliamo consumarle come dessert post-pranzo, dovremmo tenere conto di ciò che abbiamo mangiato prima.

Ricetta per una salutare zuppa di stagione

Ingredienti: Ceci secchi 300 g, Castagne 700 g, Alloro 2 foglie, Semi di finocchio q.b., Acqua 1,2 l, Sale fino q.b, Olio extravergine d’oliva 40 g, Pepe nero q.b., Aglio 2 spicchi, Rosmarino 1 rametto

Preparazione:

  • Mettere in ammollo i ceci secchi per 24 ore. Poi, sciacquarli accuratamente sotto l’acqua corrente, scolarli e lessarli in 1,2 l di acqua per  60 minuti. Salare leggermente a cottura ultimata.
  • Mentre i ceci cuociono, lavare le castagne e metterle in una pentola con acqua fredda, alloro e semi di finocchio. Dal bollore, cuocere le castagne per 35-40 minuti. Dopo averle sbucciate, raccoglierne la polpa in una ciotola.
  • Sbucciare e tritare l’aglio per poi scaldarlo in un tegame con l’olio. Versare le castagne nel tegame e aggiungere acqua, un rametto di rosmarino intero, sale e pepe. 
  • Cuocere per altri 15 minuti e servire la zuppa ben calda. Buon appetito!

Cosa ne pensi di questa ricetta? 

Per curiosità o domande, visitia il mio sito o scrivi a info@alimentazionepersonalizzata.com

Mi presento, sono Francesca Simonella

Sono Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista specializzata in strategie per promuovere e mantenere il cambiamento del comportamento alimentare in pazienti sani, malati e/o con esigenze particolari. Sono iscritta all’albo americano dei Registered Dietitian Nutritionist. Negli USA mi sono specializzata, ho seguito pazienti di ogni tipo come dietologo/dietista, fatto ricerca sul comportamento alimentare e insegnato un corso di nutrizione all’università. Sono attiva come International Affiliate of American Academy of Nutrition &Dietetics. 

Contatti

Telefono: 324 6023777
Email: info@alimentazionepersonalizzata.com
Indirizzo: Via Marco Volpe 10/D Udine
P.IVA 02911310304

Iscriviti all'e-magazine

Iscriviti per ricevere la mia rivista on-line: riceverai consigli e articoli utili sulla nutrizione.