Alimenti utili per prevenire i calcoli renali

I calcoli sono dei “sassolini” localizzati nelle vie urinarie. Quando bloccano il passaggio dell’urina verso la vescica possono provocare le cosiddette coliche renali. La buona notizia è che certi alimenti possono prevenirne la formazione di fastidiosi calcoli renali.

Perché si formano i calcoli renali?

I motivi sono vari. Sono però determinanti una corretta idratazione e la concentrazione nell’urina di sostanze che favoriscono (calcio, ossalati, acidi urici) o inibiscono (citrato, magnesio e mucopolisaccaridi) la formazione di calcoli.

Sostanze o alimenti che aiutano a prevenire

  • Acqua di rubinetto. Aumentando la produzione di urina è possibile ridurre la concentrazione di sostanze responsabili della formazione dei calcoli. Idratarsi correttamente significa bere 2.5 litri (o più, se si suda molto) di acqua uniformemente distribuiti nelle 24 ore. 
  • Alimenti ricchi di calcio, come frutta secca, legumi e semi di sesamo. Molti pensano che per diminuire il calcio nelle urine vada ridotto il calcio nella dieta. Invece:
    • il calcio può derivare da varie fonti nell’organismo, non solo dalla dieta
    • il calcio nella dieta può legarsi agli ossalati in modo da formare composti che vengono eliminati con le feci e riducendo così il rischio di calcoli renali.
    • Il calcio aiuta a prevenire l’osteoporosi. Non è un elemento dannoso ..anzi!

Sostanze o alimenti che stimolano la formazione di calcoli renali:

  • Ossalati. Circa il 20% dell’ossalato nei calcoli renali proviene da certe scelte alimentari. Vanno quindi evitati gli alimenti ricchi di ossalati:
    • Cioccolato e cacao
    • Frutta secca (noci, nocciole, mandorle)
    • Alcune verdure (spinaci, bietole, barbabietole)
    • Frutti di bosco
    • Pomodori verdi
    • The
    • Prodotti integrali
  • Acidi urici. Le persone che tendono a formare calcoli contenenti acido urico anziché ossalato, devono ridurre il consumo di cibi di origine animale, soprattutto la carne e alcuni pesci. E’ bene non consumare carne rossa più di 1-2 volte a settimana e abolire frattaglie, selvaggina, acciughe, sardine e sgombro (malgrado questi pesci grassi farebbero bene per altri motivi..).
  • Il sale. Il sale nella dieta altera la pressione a livello renale, aumentando la quantità di calcio nell’ urina, rendendola più acida.

Hai mai sofferto di calcoli renali?

Ovviamente questo post non sostituisce consigli alimentari personalizzati. Se sei un soggetto a rischio, forse hai bisogno di una dieta su misura.

Scrivi alla Dr.ssa Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista per avere dei consigli alimentari cuciti su misura.

info@alimentazionepersonalizzata.com

Mi presento, sono Francesca Simonella

Sono Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista specializzata in strategie per promuovere e mantenere il cambiamento del comportamento alimentare in pazienti sani, malati e/o con esigenze particolari. Sono iscritta all’albo americano dei Registered Dietitian Nutritionist. Negli USA mi sono specializzata, ho seguito pazienti di ogni tipo come dietologo/dietista, fatto ricerca sul comportamento alimentare e insegnato un corso di nutrizione all’università. Sono attiva come International Affiliate of American Academy of Nutrition &Dietetics. 

Contatti

Telefono: 324 6023777
Email: info@alimentazionepersonalizzata.com
Indirizzo: Via Marco Volpe 10/D Udine
P.IVA 02911310304

Iscriviti all'e-magazine

Iscriviti per ricevere la mia rivista on-line: riceverai consigli e articoli utili sulla nutrizione.