Ecco perchè le uova non sono da abolire se soffri di colesterolo alto

Le origini del falso mito su uova e colesterolo

Il colesterolo può formare delle placche che ostruiscono le arterie, il che può portare a patologie cardiovascolari come infarto o ictus. Il dubbio se le uova alzino il colesterolo nel sangue nasce dal fatto che lo contengono. Infatti, un uovo contiene circa l’80% del colesterolo totale che andrebbe assunta ogni giorno con la dieta.

C’è però una grande differenza tra colesterolo assunto con la dieta e colesterolo nel sangue. La loro correlazione è debole. Semmai, grassi saturi e trans (che troviamo in tanti cibi di origine animale ma anche in cibi pronti di origine animale o vegetale) possono alzare molto di più il temuto colesterolo ematico.

Inoltre, le linee guida italiane suggeriscono di ambire a massimo 300mg al giorno, il che corrisponde a circa un uovo di grandi dimensioni o due uova piccole.

Le uova fanno bene, basta non esagerare

Le uova, come ogni alimento, hanno tante proprietà e non bisogna focalizzarsi solo su un dettaglio per dare un giudizio. Sono ad esempio fonte di grassi buoni (come l’acido oleico), sostanze che fanno bene alle membrane cellulari (come leucina, colina), antiossidanti (come luteina, zeaxantina) e vitamine (come la vitamina A).

L’indicazione di mangiare massimo 2 uova a settimana è obsoleta per la popolazione generale secondo le indicazioni derivanti studi condotti presso l’Harvard School of Public Health’s. Un po’ di cautela in più è raccomandata in chi soffre di patologie cardiovascolari o diabete. Ciononostante, se una persona ha la fortuna di poter consumare uova fresche di galline di cortile ed evitare tutti quei cibi spazzatura (fast food, dolciumi industriali, ecc) di cui pullulano gli scaffali dei supermercati, allora non sarà un cibo cosi genuino come le uova dare il colpo di grazie ai valori del sangue. Che senso ha privarsi di un cibo che non ha additivi nè conservanti se poi ci si rifocilla di affettati, fritti, biscotti, merendine, pasti pronti conditi con grassi di pessima qualità (margarina, olio di palma, ecc)?

In conclusione

Sulla base di evidenze epidemiologiche, non c’è motivo di pensare che una dieta sana debba essere priva di uova per limitare il colesterolo nel sangue. Le uova possono dunque essere incluse in una dieta sana minimo 1 volta a settimana, personalizzando la porzione e l’effettiva dose settimanale in base alle singole caratteristiche di un individuo. Un biologo nutrizionista può aiutare in tal senso.

Bibliografia: https://www.hsph.harvard.edu/nutritionsource/food-features/eggs/

Quanto spesso mangi le uova?

Come è il tuo valore di colesterolo nel sangue?

D.ssa Francesca Simonella – Biologa Nutrizionista

Mi presento, sono Francesca Simonella

Sono Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista specializzata in strategie per promuovere e mantenere il cambiamento del comportamento alimentare in pazienti sani, malati e/o con esigenze particolari. Sono iscritta all’albo americano dei Registered Dietitian Nutritionist. Negli USA mi sono specializzata, ho seguito pazienti di ogni tipo come dietologo/dietista, fatto ricerca sul comportamento alimentare e insegnato un corso di nutrizione all’università. Sono attiva come International Affiliate of American Academy of Nutrition &Dietetics. 

Contatti

Telefono: 324 6023777
Email: info@alimentazionepersonalizzata.com
Indirizzo: Via Marco Volpe 10/D Udine
P.IVA 02911310304

Iscriviti all'e-magazine

Iscriviti per ricevere la mia rivista on-line: riceverai consigli e articoli utili sulla nutrizione.