Frutti rossi: una sana delizia. Ma perchè, allora, c’è chi pensa che le ciliegie facciano ingrassare!?

Lamponi, ribes, ciliegie e fragole sono preziosi alleati per la nostra salute. I frutti rossi sono infatti ricchi di antiossidanti, sostanze benefiche che proteggono dalle malattie e che ci aiutano a prevenire e a contrastare le infezioni. Tra le varie proprietà benefiche, spiccano le seguenti:

  • Contengono fibra, così da aumentare il livello di sazietà e l’attività intestinale, regolare la glicemia e abbassare il colesterolo
  • Contrastano l’infiammazione e l’invecchiamento
  • Migliorano la memoria e il rischio di patologie neurologiche

Uno studio ha dimostrato come una media di due porzioni, ovvero 2 pugni, di frutti rossi al giorno siano in grado di produrre dei miglioramenti sui livelli di colesterolo dopo solo quattro settimane di consumo.

E che dire delle ciliegie?

Per molti un frutto calorico che fa ingrassare.. ma è proprio così?

Aspetti nutrizionali delle ciliegie

  • Con una manciata di ciliegie si apportano acqua, carboidrati e fibre per un totale di solo 40 calorie ogni 100 grammi di parte edibile.
  • La fibra contenuta nelle ciliegie è solubile, rendendola adatta per attrarre la acqua nell’intestino e migliorare il passaggio delle feci.
  • I minerali maggiormente rappresentati sono potassio, fosforo e magnesio mentre, tra le vitamine, spicca il contenuto di vitamina C.
  • Il colore rosso delle ciliegie deriva dalle antocianine: sostanze utili per la prevenzione cardiovascolare.
  • In aggiunta, altri composti fenolici, principalmente derivati dagli acidi idrossi-cinnamici, sembrano avere un ruolo anti-proliferativo nei confronti di cellule tumorali, secondo studi di laboratorio.

Ciliegie: come sceglierle e mangiarle

E’ importante che le ciliegie siano consumate al giusto grado di maturazione per potere godere del loro sapore e di tutte le loro potenzialità nutrizionali. E’ inutile acquistarle acerbe e aspettare che maturino da sole a casa perché, a differenza di altra frutta (es: banane), le ciliegie non maturano una volta lasciata la pianta.

Una volta comprate, le ciliegie devono avere un colore brillante e uniforme mentre la forma deve essere omogenea. Non devono presentare ammaccature e il peduncolo non deve risultare secco o avvizzito, ma ancora verde.

Siccome sviluppano facilmente muffe, è preferibile conservare le ciliegie in un luogo fresco e poco umido come un sacchetto di carta, anzichè di plastica, così da assorbire l’umidità.

In frigo, invece, è meglio tenere le ciliegie lontano da alimenti molto aromatici come cipolle e aglio, in modo da non alterarne il sapore.

Bibliografia: IEO – Banca Dati di composizione degli Alimenti (BDA); Fruit quality and bioactive compounds relevant to human health of sweet cherry (Prunus avium L.) cultivars grown in Italy. Ballistreri G et al, Food Chemistry, 2013; Cherries and Health: A Review. McCune LM et al, Critical Reviews in Food Science and Nutrition, 2011.

Quanto ti piacciono le ciliegie da 1 a 10? Le hai già acquistate questa settimana? In quali ricette le consumi tipicamente?

Condividi le tue abitudini con Dr.ssa Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista, Contattami.

Mi presento, sono Francesca Simonella

Sono Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista specializzata in strategie per promuovere e mantenere il cambiamento del comportamento alimentare in pazienti sani, malati e/o con esigenze particolari. Sono iscritta all’albo americano dei Registered Dietitian Nutritionist. Negli USA mi sono specializzata, ho seguito pazienti di ogni tipo come dietologo/dietista, fatto ricerca sul comportamento alimentare e insegnato un corso di nutrizione all’università. Sono attiva come International Affiliate of American Academy of Nutrition &Dietetics. 

Contatti

Telefono: 324 6023777
Email: info@alimentazionepersonalizzata.com
Indirizzo: Via Marco Volpe 10/D Udine
P.IVA 02911310304

Iscriviti all'e-magazine

Iscriviti per ricevere la mia rivista on-line: riceverai consigli e articoli utili sulla nutrizione.