Un paio di miti su latte e derivati

Latte e derivati sono sempre meno apprezzati dalla popolazione occidentale. Tra le cause, vi sono l’aumento di intolleranza al lattosio auto-diagnosticata (molti sono intolleranti per davvero, ma sembra che stia dilagando una vera e propria “moda”) e la presenza di una grossa varietà di latti vegetali sugli scaffali del supermercato.

Questo articolo non intende proporre un abbondante consumo di latte e formaggi nella dieta di tutti. Rimane doveroso rivolgersi ad un biologo nutrizionista per raccomandazioni personalizzate, soprattutto se si soffre di intolleranze alimentari o patologie croniche accertate dal medico (es: cancro). L’articolo offre semplicemente di una serie di osservazioni, basate sull’evidenza scientifica.

Latte e derivati vanno eliminati dalla dieta a priori per il loro elevato apporto di grassi?                                                               

La verità: Consumare latte scremato o parzialmente scremato (anzichè intero!) aiuta a ridurre l’apporto quotidiano di grassi nella dieta. E’ possibile inoltre prediligere yogurt greco allo 0% di grassi (per saziarsi di più) e limitare il consumo di formaggi ad una volta a settimana, scegliendo quelli più opportuni per le proprie esigenze. I prodotti caseari apportano calcio, potassio, riboflavina, vitamina D, vitamina A e proteina.

I prodotti caseari vanno evitati del tutto in caso di intolleranza al lattosio?

La verità: Chi è intollerante al lattosio non riesce a digerire questa componente. Tuttavia formaggi stagionati come il parmigiano, il latteria stravecchio o l’emmenthal non hanno praticamente lattosio in quanto il livello diminuisce con l’invecchiamento del formaggio. Basta solo consumarne  dei quantitativi moderati. Inoltre, chi non digerisce il lattosio, può comunque acquistare latte vaccino delattosato, ingerendo così gli altri benefici del latte: ovvero le vitamine A, B, D il calcio e le proteine.

Ecco un confronto tra latte vaccino e le bevande sostitutive di origine vegetale. Queste ultime sono ottime alternative al latte. Tuttavia, non essendo prodotti caseari, è bene ricordare che apportano poche proteine e molto meno calcio (a meno che l’azienda produttrice non abbia addizionato il prodotto con proteine e calcio extra).

Tipo di latte
Kcal/
100 mL
Carb/
100 mL
 
Proteine/
100 mL
Grassi/ 100 mL
Proprietà
Parz. Scremato di vacca
40
4.79
3.31
0.88
Ricco di calcio, vitamina D e proteine
Soia
40
2.8
3
1.8
Senza lattosio, con pochi zuccheri, contiene isoflavoni (fitoestrogeni)
Mandorla
33
0.2
0.9
3
Senza lattosio, contiene calcio e pochi zuccheri ma è anche  fonte di grassi.
Nocciola
47
3.6
0.7
3.2
Senza lattosio, contiene calcio ma è anche fonte di grassi.
Riso
54
11
0.1
1.1
Senza lattosio, contiene calcio ma anche tanti zuccheri
Avena
43
7
0.6
1
Senza lattosio, contiene calcio e pochi grassi
Riso e Mandorla
78
12.9
1
2.4
Senza lattosio, contiene calcio ma anche grassi e zuccheri
Cocco
29
4.2
0.5
1.4
Senza lattosio, contiene calcio ed è una fonte di acido laurico (un acido grasso con proprietà benefiche)
Nocciola
79
12.5
0.8
2.7
Senza lattosio, è una fonte di calcio e zuccheri

Bibliografia: Adattato da Oldways Nutrition Exchange, 2016

E tu che rapporto hai col latte e i prodotti caseari?

Scrivimi le tue impressioni o paure a: dr.ssa Francesca Simonella, info@alimentazionepersonalizzata.com

Mi presento, sono Francesca Simonella

Sono Francesca Simonella, Biologa Nutrizionista specializzata in strategie per promuovere e mantenere il cambiamento del comportamento alimentare in pazienti sani, malati e/o con esigenze particolari. Sono iscritta all’albo americano dei Registered Dietitian Nutritionist. Negli USA mi sono specializzata, ho seguito pazienti di ogni tipo come dietologo/dietista, fatto ricerca sul comportamento alimentare e insegnato un corso di nutrizione all’università. Sono attiva come International Affiliate of American Academy of Nutrition &Dietetics. 

Contatti

Telefono: 324 6023777
Email: info@alimentazionepersonalizzata.com
Indirizzo: Via Marco Volpe 10/D Udine
P.IVA 02911310304

Iscriviti all'e-magazine

Iscriviti per ricevere la mia rivista on-line: riceverai consigli e articoli utili sulla nutrizione.